Il settore cure promuove:

  • Il mantenimento dell’autonomia e l’autodeterminazione
  • La libertà di movimento, limitando al minimo la contenzione fisica e farmacologia.
  • Il mantenimento o la dove possibile il potenziamento delle risorse individuali nelle attività di vita quotidiana e nelle relazioni sociali
  • Una presa a carico basata sulle cure palliative evitando l’accanimento terapeutico.

Copertura e cura infermieristica

La copertura infermieristica è assicurata, 24 ore su 24, da personale diplomato adeguatamente formato. L’organico e le relative qualifiche sono oggetto di costante verifica da parte delle competenti istanze e devono soddisfare i criteri di qualità imposti dall’Ufficio del Medico Cantonale.

La somministrazione dei medicamenti avviene su prescrizione medica. Le terapie o eventuali altri atti tecnici prescritti vengono effettuati e controllati dal nostro servizio infermieristico e dal medico di famiglia. Per ragioni di sicurezza e di controllo dell’efficacia della terapia prescritta, al Residente non devono essere forniti altri medicinali. La CPA fornisce i medicamenti sotto la sorveglianza di un farmacista consulente. Eventuali medicamenti acquistati privatamente non potranno in alcun caso essere rimborsati dalla Casa per anziani.

Con la sottoscrizione del contratto di accoglienza, il Residente autorizza l’Istituto a sostituire i farmaci originali con i generici qualora non ritenuto controindicato dal medico curante.

Il nostro Istituto opera per mantenere e promuovere nel limite del possibile le risorse fisiche e sociali residue del Residente, per assicurare un’adeguata assistenza fino a garantire l’accompagnamento nella fase terminale della vita, le cure palliative e rispettandone in ogni caso le opinioni e le capacità decisionali. L’Istituto non metterà pertanto in alcun modo a disposizione il personale alle proprie dipendenze per forme di suicidio assistito e inoltre non è possibile compiere l’atto all’interno della struttura.

Informazioni, osservazioni o eventuali particolari esigenze inerenti le cure infermieristiche devono essere richieste alla responsabile del settore cure, alla/al capo-reparto o al personale infermieristico diplomato riconoscibile dalla divisa bianca.

Cartella infermieristica

Tutti gli elementi concernenti la presa a carico dei residenti sono raccolti nella cartella sanitaria informatizzata. I dati contenuti nella cartella informatizzata sono trattate con confidenzialità nel rispetto delle legge sanitaria e sulla protezione dei dati. Il personale è tenuto al segreto professionale. Il residente ha il diritto di accesso alla propria cartella sanitaria.

Animazione, attivazione e relazioni

L’Istituto dispone di un servizio di animazione che consiste in un insieme di attività che hanno l'obiettivo di valorizzare il tempo libero e le potenzialità residue sul piano fisico, psichico e sociale dell'anziano.

Coinvolgerlo, sorprenderlo, farlo sentire utile per se stesso e per gli altri, significa regalargli la sensazione di essere parte di una comunità.

Le attività proposte si adeguano alle richieste, ai bisogni e ai desideri dei Residenti; l'animazione è strutturata anche sulla base delle singole necessità.

All'interno dell'Istituto c'è una specialista del metodo Validation (basato sull'empatia, sull'ascolto attivo e sul calore umano per entrare il più possibile in sintonia con il mondo dell'anziano disorientato) che mette in pratica degli interventi individuali e di gruppo con Ospiti disorientati e Alzheimer pre-senile.

Alcune attività proposte:

  • laboratori di attività creative (decorazione per la casa, cucina, pittura ecc.)
  • attività ricreative (giochi di società, gioco delle carte, proiezioni film, partecipazione a feste in collaborazione con gruppi musicali esterni, gite, pranzi a tema ecc.)
  • attività di mantenimento della memoria e stimolazione mentale (letture, cruciverba a tema, dialetto, approfondimenti di temi legati al loro vissuto ecc.)
  • incontri e scambi con l'esterno dell'Istituto (progetti con le scuole elementari, con la ludoteca, incontri con Ospiti di altre strutture ecc.)
  • vita spirituale (all'interno dell'Istituto c'è la possibilità di partecipare alla Santa Messa e alla recita del Santo Rosario).

La fisioterapia, l’ergoterapia ed il movimento

L’Istituto garantisce un servizio di fisio ed ergoterapia.

La qualità di vita di una persona è influenzata fortemente dall’autonomia nelle attività quotidiane (camminare, vestirsi, mangiare, ecc.). Per le persone anziane, essere quindi ospitate in una casa di cura con servizio di fisioterapia può essere molto importante, poiché uno dei principali problemi fisici tipici della terza età e quarta età è proprio il progressivo ridursi delle capacità motorie.

L’importanza dell’attività fisica nell’anziano

Per un anziano che vive da solo nella propria casa risulta molto difficile praticare con costanza un’attività fisica sufficiente. È proprio tale trascuratezza nel praticare attività fisica, che può provocare, con il tempo, la perdita progressiva dell’autosufficienza anche da parte degli anziani più attivi.

Il team di fisioterapia ed ergoterapia

Il compito specifico del team di fisio ed ergoterapia terapia è quello di svolgere attività terapeutiche per la prevenzione, la riattivazione funzionale o il mantenimento delle capacità motorie, utilizzando strumenti e metodologie adeguate, mirate e specifiche ai singoli casi. In collaborazione con il medico ed il personale curante, ogni ospite ha la possibilità di scoprire e partecipare alle attività a lui più adatte, in base alle singole necessità ed interessi.

Per questo motivo, una casa di cura che dispone di un servizio di fisio ed ergoterapia è una soluzione ottimale:

  • per gli anziani che hanno perso in modo parziale o totale la propria autosufficienza motoria
  • per gli anziani in salute, che possono ancora dedicarsi in piena tranquillità ad una vita piacevole e movimentata

I fisio ed ergoterapisti terapisti collaborano, inoltre, con il servizio di animazione-attivazione per attività affini o complementari agli interventi riabilitativi. Grazie anche a questa collaborazione si moltiplicano gli interventi generici di stimolo ed esercizio psico-fisico rivolti a contrastare il decadimento generale di numerose funzioni nella persona anziana.

I Residenti sono seguiti singolarmente o a gruppi e qui di seguito alcune delle varie attività proposte:

  • Trattamenti necessari in seguito a fratture, a immobilità di varia origine, a ictus, ecc.
  • Gruppi di ginnastica attiva per arti superiori ed inferiori, che concilia il vantaggio della mobilizzazione con quello della socializzazione
  • Utilizzo di parallele, spalliera con pesi e carrucole, bicicletta, ecc.
  • Sedute di rinforzo muscolare
  • Esercizi di statica, equilibrio e cammino
  • Terapia antalgica: mobilizzazione passiva, impacchi di fango, elettroterapia
  • Fisioterapia respiratoria

Ospiti itineranti/ rischio di cadute

Per alcuni ospiti e per ragioni legate alle diverse patologie comportamentali, potrebbe esserci l’esigenza di dover predisporre delle misure di contenimento fisico e/o farmacologico. In questo ambito la CPA segue le direttive emanate dall’Ufficio del medico cantonale. Al Residente, se capace di intendere e volere, o in caso di rappresentanza al suo rappresentante sarà sottoposta per accettazione una dichiarazione per la messa in atto delle misure di contenzione decise dal medico di famiglia.

Ricoveri in ospedali, cliniche o altre strutture sanitarie

L’eventuale ricovero (programmato o urgente) in altra struttura sanitaria avviene solamente su ordine medico. Il medico curante, o su sua delega il personale infermieristico, ne darà debita informazione alla persona di riferimento (in sua assenza ai famigliari prossimi conosciuti).

La camera rimane in ogni caso a disposizione del Residente. Per assenze superiori ai 3 giorni sarà praticata una riduzione sulla retta pari a fr. 20.-- per ogni giorno intero di assenza (giorno di uscita e rientro esclusi).

RAI-NH (Resident Assessment Instrument for Nursing Homes)

Il fabbisogno di cure di ogni Residente è formalmente definito attraverso il sistema RAI-NH, uno strumento di valutazione scelto per i Residenti di tutte le case per anziani del Cantone Ticino. Dopo un’attenta osservazione dello stato cognitivo, sociale e fisico attraverso il sistema RAI ad ogni Residente viene assegnato un gruppo RUG che rispecchia la sua personale situazione.

Il metodo di valutazione RAI è alla base del sistema forfetario di fatturazione alle casse malati suddiviso in 12 gradi di dipendenza. Tuttavia il punto centrale del RAI resta comunque quello di promuovere e mantenere il più alto stato di benessere fisico, psichico, sociale e di autonomia dei Residenti e di conseguenza della loro qualità di vita.

Accompagnamento per visite mediche esterne/trasferte

L’Istituto di principio non svolge un servizio di accompagnamento dei Residenti a visite mediche e specialistiche, per i trasferimenti in altre cliniche o soggiorni in altre case di cura. Per i trasferimenti di natura privata il Residente è tenuto a provvedere personalmente contando sulla disponibilità dei famigliari, degli amici o dei conoscenti.

In caso di visite mediche pianificate l’organizzazione del trasporto è coordinata dall’Istituto che, nel caso non vi fosse la disponibilità al trasporto da parte dei famigliari, contatterà le organizzazioni che svolgono servizi di trasporto a pagamento di persone bisognose (Croce Rossa, Samaritani, STPB, ecc.); il costo è a carico del Residente.

Assenze/uscite del Residente

Prima di ogni uscita dall’Istituto si prega di consultare l’infermiere di turno per ricevere ragguagli su eventuali necessità terapeutiche che dovranno essere garantite durante il periodo di assenza dall’Istituto. Le uscite e l’avvenuto rientro del Residente, anche per assenze di breve durata, devono sempre essere segnalate al personale curante.

Per assenze superiori ai 3 giorni sarà praticata una riduzione sulla retta pari a fr. 20.- per ogni giorno intero di assenza (giorno di uscita e rientro esclusi).

Assenze della persona di riferimento o dei famigliari

La reperibilità della persona di riferimento o dei famigliari può rivestire carattere di estrema importanza in determinate situazioni. L’assenza prolungata deve pertanto essere preventivamente segnalata in reparto o alla ricezione (091 873 55 55) indicando il periodo, e il recapito telefonico e postale di eventuali altre persone di riferimento che possono essere contattate in caso di necessità.

 


Copyright © 2019 Istituto Leventinese per anziani Santa Croce. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.